top of page
svg.png
2000+banner.png
2000+banner.png
2000+banner.png
2000+banner.png

4

days

1000sq. m.

of exhibition space

100

Artisti

2000+banner.png

6000+

fair visitatori

Viewing Room

3D

The Fair!

Get ready for the IV edition of ReA! Art Fair! This annual art fair in Milan is back with a bang this autumn, offering a platform for independent artists outside the traditional gallery system an opportunity to showcase and sell their work.

12-15 October, 2023

2023 Artists

100 emerging artists are here
in the 
Spazio ex Cisterne della Fabbrica del Vapore.

ReA! Art Fair - The only contemporary art fair in Italy where emerging artists are absolute protagonists, without the intermediation of galleries and museums. In the Spazio ex Cisterne della Fabbrica del Vapore, 100 artists present their creations that range across various mediums and techniques, embracing the full spectrum of possibilities that today's art offers. 

Opening hours, location, tickets.

Start now to plan your visit to ReA! Art Fair!

Book

Your Tickets

OPENING HOURS

Fabbrica del Vapore, Ex Cisterne exhibition space, Via Giulio Cesare Procaccini 4, 20154 Milano MI (Entrance from Via Cenisio)

Metro: M5 Monumentale; M2 Garibaldi FS

Tram: Line10 Via Procaccini Via Nono

LOCATION

12-15 Octorber 2023

 12 October (Vernissage) - 18:00 - 23:00

*(invite and VIP ticket holders only) 

11:00 - 18:00 Fair Preview

18:30 - 19:30 - Performance

20:30 - DJ set

13-15 October - 11:00-21:00

  • Kids under 10

  • Artist +1

  • ReA! Members

Free Entry

Reduced price tickets:

  • Over 65

  • Students under 25 

8 euros

Full price tickets

10 euros

VIP Ticket (Guided tour merch, and catalogue included)

30 euros

Purchase Now!

Tickets on

Daco_4775116.png
svg.png

Tote Bags

Artist Collab,

limited edition of ReA! cotton tote bags 2023!

Available at the fair only

Designed by:

Luca Harlacher

ReA! Art Fair 2021

II edition participant

Designed by:

Dario Filippis

ReA! Art Fair 2022

III edition participant

Group 52.png

Art Fair Catalogue

Group 53.png

Get one step closer to
100 Artists' works

"As you explore these artworks, let yourself be carried away by the spirit of exploration and embrace the journey of discovering new horizons."

Untitled design (27)_edited.png

Programs

5.jpg

Curated in collaboration with Chiara Gesualdo, onstream gallery

Design Modellazione ceramica - Clay Modelling workshop

Workshop
Oct. 13th
11:30-13:30

Vieni a sperimentare la modellazione dell’argilla esplorando la costruzione di sculture o oggetti funzionali. Una sessione intensa di un’ora e mezza, sensoriale e creativa, aperta al pubblico dai 10 ai 100 anni di età, indipendentemente dal tuo livello. Non una vera e propria lezione ma più un test di "ceramicità" durante una fi era d’arte contemporanea, per finalmente far vedere che ”lo so fare anche io quello!” 😉 Ti daremo consigli, materiale, utensili. Cottura biscotto possibile, non inclusa.
 

IMG_6961 2.JPG
ceramic workshop_edited.png

Mani Milano Lab

Mani Milano Lab è un laboratorio di modellazione ceramica nel centro-sud di Milano. Ci piace che gli oggetti creati esprimino il “fatto a mano”. Vorremmo che il laboratorio sia un ambiente accogliente dove potersi dedicare del tempo e imparare dall’esperienza con la guida del nostro team di ceramist* esperti.

Mani Milano Lab is a ceramic modelling workshop in south-central Milan. We like the objects created to express their 'handmade' quality. Our lab is a welcoming environment where you can spend time and learn from experience with the guidance of our team of experienced ceramists.

Poesia visiva ed esplorazioni collage

Workshop
Oct. 14th
11:30-13:30

Cosa succede quando lasciamo spazio all’imprevisto e ci lasciamo condurre sui sentieri dell’intuito? Dall’accostamento imprevisto di due casi nasce quello che Mirò chiamava lo “shock poetico”.
Il collage è la pratica di dare significato nuovo a ciò che solitamente viene scartato, nascosto o dimenticato, ricomponendo frammenti per creare nuove conformazioni di senso.

In questo laboratorio giocheremo con carta e colla, utilizzando alcune strategie di composizione per creare dei quadri con la tecnica del collage, facendo dialogarevisual e parole, alla ricerca di paesaggi interiori da far emergere attraverso la poesia visiva. Verranno forniti tutti i materiali. I partecipanti sono invitati a portare riviste, ritagli, libri o carte con cui vogliono sperimentare.

13_garabaha_black-portrait-SaraBologna_phAndread'Aversa.jpg
collage workshop_edited.png

Sara Bologna

Sara Bologna è designer e curatrice di design, di base a Milano.
Progetta su varie scale, dall’oggetto all’installazione, avventurandosi nei territori liminali della pratica del design, testandone e mettendone in discussione i confini.
La sua ricerca si concentra sugli aspetti antropologici e intangibili della cultura materiale e si sviluppa
parallelamente a livello teorico e pratico. Il suo immaginario è permeato di riti, simboli, graffiti dalle
pieghe della preistoria, frammenti di poesie e grimori, in un processo di decostruzione e ricostruzione
semantica basato sulla ricerca iconografica e storica. Con il suo lavoro si rivolge inoltre alla necessità di recuperare una dimensione radicalmente umana della vita, attraverso la riscoperta della sua dimensione rituale e la valorizzazione della produzione artigianale.
Cura progetti di design con un’attenzione alla contaminazione della disciplina con i campi dell’arte e
dell’alto artigianato. È assistente alla didattica presso la Scuola del Design del Politecnico di Milano nel corso di Metaprogetto. Fa parte della prima generazione di designers di co/rizom, incubatore di progetti di artigianato, per cui ha sviluppato una collezione di vasi dedicati alla tradizione materiale e immateriale della ceramica grottagliese.

Ha senso parlare di economia dell'arte?

svg.png

Talk
Oct. 13th
14:30-15:30

La recente trasformazione digitale impone di rivedere il contesto economico e giuridico delle opere d’arte e dei beni culturali. Il nuovo volume Economia dell’arte. Mercato, diritto e trasformazione digitale, a cura di Annapaola Negri-Clementi ed edito da Egea – che, eccezionalmente per i visitatori di ReA! Fair, sarà possibile acquistare a un prezzo agevolato – analizza le dinamiche più tradizionali, insieme a quelle più innovative, del mercato dell’arte, definendo nuovi paradigmi giuridici per l’interpretazione di mutati contesti economici. Ha senso parlare di Economia dell’Arte? Ne discutiamo assieme all’Avv. Annapaola Negri-Clementi, alla dott.ssa Flaminia Iacobucci e all’artista Adriano Attus.

Annapaola Negri-Clementi.jpg

Relatrice

Avv. Annapaola Negri-Clementi
Partner dello studio legale Pavesio e Associati with Negri-Clementi e curatrice del Volume

Specializzata in M&A, corporate governance, diritto dell’arte e assistenza a start-up innovative ad alto contenuto tecnologico con un importante know-how in ambito Legal Tech e Art Tech. È Consigliere di Amministrazione di Banca Monte dei Paschi di Siena e di Restart. Dal 2019 ha ricoperto incarichi di amministratore indipendente in società quotate, intermediari finanziari e banche quali Aedes SIIQ, BNP Paribas Real Estate S.g.r. e MPS Capital Services Banca per le Imprese. È componente del Comitato scientifico di Nedcommunity. È arbitro del Pool di Arbitri della CAfA – Court of Arbitration for Art e della Camera Arbitrale di Venezia. È membro del Dipartimento IP e Arte di Arbitrando e del Comitato Diritto, Letteratura e Arte dell’Ordine degli Avvocati di Milano. Ha svolto attività di ricerca ed è autrice di numerosi articoli su riviste qualificate in materia di diritto commerciale, di governo societario e di diritto dell’arte.

Dott.ssa Flaminia Iacobucci
Consulente senior presso Formules

È dottore commercialista e revisore legale e, dal 2015, svolge attività di consulenza in ambito artistico e culturale, realizzando studi di impatto economico di eventi culturali, piani di fattibilità e sviluppo per collezioni d’arte e istituzioni museali, progetti di rideterminazione a fair value di beni artistici aziendali. Ricopre il ruolo di Senior Consultant nella società Formules per la quale ha seguito i progetti di Digital Transformation & Innovation Management a supporto della DG Musei e della Digital Library del Ministero della Cultura. Collabora, inoltre, con lo studio DCAI – Dottori Commercialisti e Avvocati per l’Impresa di Roma, assistendo nella redazione di perizie tecniche in ambito civile e penale e nelle valutazioni d'azienda e di beni intangibili. È tra gli autori di "Collezionisti e Valore dell’Arte in Italia", collana editoriale promossa da Intesa Sanpaolo Private Banking e dedicata al collezionismo e al mercato dell'arte nazionale.

Flaminia Iacobucci.jpeg

Relatrice

Adriano Attus.jpeg

Relatore

Adriano Attus
Artista e direttore creativo de Il Sole 24 Ore 

Da oltre 25 anni designer nei periodici delle principali case editrici italiane, è direttore creativo del Sole 24 Ore. Parallelamente all’attività editoriale, Attus combina numeri e colori in una ricerca che è ormai diventata la cifra stilistica del suo lavoro di artista. Tra le esposizioni si segnalano, la personale Numerage #wearenotnumbers al Mudec Art Wall, Museo delle Culture, Milano (2015), la partecipazione ad Italian AXA Forum, Palazzo delle Esposizioni, Roma (2016), le personali Neometrie, Fondazione Mondadori, Milano (2017), Numerage+Neometrie, Wild Mazzini Data Art Gallery, Torino (2018) e Numerismi, Banca Cesare Ponti, Milano (2022). Di rilievo le esposizioni a Wopart (Works on paper Art Fair), Lugano 2017, alla Biennale di Lucca, Palazzo Ducale di Lucca (2018), Zagreb Full Color 2020, Zagabria (Croazia) e finalista ad Art Rights Prize 2020, il primo Premio d’Arte Internazionale Virtuale. Selezionato come cryptoartista nel 2021 dal marketplace nft KnownOrigin, ha rilasciato le prime edizioni delle Neometrie digitali grazie ad AdoptionNFT Già consulente per la comunicazione dell’Arcidiocesi di Milano e art director della visita di Papa Francesco a Milano nel 2017, è docente di Comunicazione visiva e trattamento grafico dell’informazione al Master di Giornalismo IULM.

Elisabetta Roncati

Art consultant, digital content creator, scrittrice per Rizzoli Illustrati settore arte e cultura, collaboratrice di numerose riviste, specializzata in diritti civili ed arte contemporanea extra EU, Elisabetta Roncati nel 2018 ha fondato il marchio registrato Art Nomade Milan, con cui si occupa di divulgazione culturale sui principali social media.

Elisabetta Roncati .JPG

Moderatrice

Collezione Iannaccone - sostenendo l'emergente

svg.png

Talk
Oct. 13th
17:00-18:00

Siamo entusiasti di darvi il benvenuto al talk "Collezione Iannaccone - Sostenendo l'Emergente", un evento straordinario dedicato all'incantevole mondo dell'arte emergente. In questo coinvolgente dibattito, esploreremo il percorso unico di Giuseppe Iannaccone, un collezionista appassionato che ha dedicato la sua vita a scoprire e sostenere giovani artisti emergenti.

La Collezione Iannaccone è molto più di una semplice raccolta d'arte; è un faro luminoso per i talenti nascenti, un santuario in cui l'ispirazione si unisce a un sostegno tangibile. Entreremo in questo viaggio straordinario insieme a Giuseppe Innaccone, la collezionista, Aronne Pleuteri, un artista eccezionale scoperto nella prima edizione di ReA!, e a un altro protagonista di spicco: Daniele Fenaroli, il curatore della Collezione Giuseppe Iannaccone. Questo talk ci offre un'opportunità unica di esplorare le profonde connessioni tra il collezionismo d'arte, la crescita degli artisti e le nuove prospettive e insight all'interno della collezione da parte dei curatori, contribuendo a plasmare il futuro dell'arte emergente.


Durante l'evento, ci immergeremo nelle storie dietro le opere, esploreremo il meticoloso processo di selezione di Iannaccone e ascolteremo le voci degli artisti emergenti che hanno trovato casa nella sua collezione. Esploreremo anche le visioni innovative dei curatori. Unendo diverse prospettive di collezionista, artista e curatore, questo talk sarà un viaggio affascinante e informativo nel cuore pulsante dell'arte contemporanea. Non perdete l'occasione di comprendere come il sostegno appassionato di individui come Iannaccone e Fenaroli possa plasmare il panorama artistico per le generazioni future.

WhatsApp Image 2023-10-03 at 11.37.20.jpeg

Relatore

Giuseppe Iannaccone
Collezionista

Giuseppe Iannaccone nasce ad Avellino il 25 novembre 1955.
Trasferitosi a Milano nei primi anni 70, si laurea in Legge fondando l’omonimo studio legale. Nei primi anni 90 scopre la passione per l’arte e, con la convinzione che l’opera nasca dall’idea dell’artista, ma poi viva e assuma significato solamente negli occhi dell’osservatore.
Giuseppe Iannaccone ha intrapreso la ricerca di quegli artisti che più esprimono la sua idea di romanticismo e visione del mondo. La sua collezione è quindi un contenitore di racconti, uno sguardo sul mondo e uno straordinario documento del presente, ma è anche e soprattutto il riconoscimento dell’inarrestabile passione di Giuseppe Iannaccone che, fin dall’inizio, si è mosso alla costante ricerca del capolavoro, perché come a lui stesso piace ripetere è meglio avere il capolavoro assoluto di un artista minore che un’opera minore di un grande artista. Dall’edizione 2020 l’avvocato Iannaccone ha fatto parte del Comitato Consultivo di Arte Fiera, è nel board del Premio Artisti Italiani insieme a Patrizia Re Rebaudengo e membro di numerosi gruppi di promozione e sviluppo dell’arte in Italia.

Aronne Pleuteri
Artista

Aronne Pleuteri nasce a Erba, in provincia di Como, il 7 Aprile 2001. In giovane età si appassiona al mondo della musica e inizia lo studio del flauto traverso. Assiduo disegnatore con il sogno di produrre cartoni animati, si iscrive al Liceo Artistico e poi all’Accademia di
Belle Arti di Brera di Milano, dove la frequenza viene subito sospesa dall’avvento della pandemia. Durante il secondo lockdown si trasferisce dal suo paese, Anzano del Parco, alla città di Milano, per insediarsi in uno studio d’arte sotterraneo. Grazie all’esuberanza creativa del nuovo studio, e all’esuberanza della città stessa, Pleuteri sviluppa presto un linguaggio affine al clima concitato dello spazio dove vive. Servendosi di pittura, musica, performance e video, l'artista attualizza le sue visioni allucinate sotto il vaglio di un’attitudine ludica che mai però cela ne cela l’amarezza. Finita la pandemia Aronne frequenta l’Art World milanese e riesce ad accumulare svariate mostre ed interventi, tra cui, la collettiva di pittura emergente curata da Antonio Grulli e Francesco de Grandi “Salòn 2 Palermo”, la performance “Voglio essere impercettibile” al Castello di Rivoli Museo d'Arte Contemporanea, e la doppia
personale “CAOS CALMO” presso la Collezione Giuseppe Iannaccone, che assieme a Pleuteri e Di Luca esponeva anche i capolavori della pittura antiaccademica degli anni ‘30 italiani. Ha conseguito la laurea triennale di pittura il 25 Marzo 2023 con la performance nel
cortile della Pinacoteca: “ 3vs3 - partita di basket Giganti contro Nani” . A ottobre parteciperà alla mostra di pittura italiana alla  Triennale di Milano.

IMG_1381.JPG

Relatore

44df320d-c272-420a-ae77-363218ee4eef.jpg

Relatore

Daniele Fenaroli
Curatore

nasce a Brescia il 3 marzo 1993, dopo una laurea in lettere moderne e una magistrale in filologia moderna, entrambe inserite nel profilo di beni culturali, consegue il master in Contemporary Art Market presso la NABA di Milano. La sua formazione si arricchisce con un corso di perfezionamento presso l’Università degli Studi di Brescia dal titolo “La circolazione dell’opera d’arte: tra cultura, tutela e investimento”. Ha lavorato come assistente curatore presso la Fondazione Brescia Musei e come responsabile commerciale Italia presso Artshell; dal 2020 è curatore della Collezione Giuseppe Iannaccone dove ha curato e co curato alcune esposizioni sui giovani artisti, sull’arte tra le due guerre e sull’interazione tra anni Trenta e artisti contemporanei; cura la sezione artistica e scrive sul mensile Arbiter.

Maryna Rybakova
Co-fondatrice di ReA!

Maryna Rybakova è un'imprenditrice nel campo dell'arte e della tecnologia, CEO e fondatrice di Artsted, una piattaforma che apre la strada al nuovo paradigma del mercato dell'arte, creando un ponte tra lo spazio tradizionale e la tecnologia all'avanguardia, consentendo di investire in opere d'arte fisiche e digitali grazie ad algoritmi proprietari di intelligenza artificiale. 

Nel 2020 Maryna ha anche co-fondato ed è attualmente alla guida di un'organizzazione no-profit, la ReA! Art Fair di Milano. In precedenza ha collaborato con il MoCDA (Museum of Digital Contemporary Art) ed è ambasciatrice dell'organizzazione europea Web3.

Rectangle 5.png

Moderatrice

What makes Design collectible?

svg.png

Talk
Oct. 13th
19:00-20:00

The last few years have seen the development and popularisation of the so called 'design collectibles' phenomenon, with an increasing number of trade fairs, galleries and designers engaging with the subject. But what makes an object 'collectible'? Is it even right to speak of 'design'? In this talk we will explore contemporary design practices together with some of its protagonists, and we’ll attempt to shed light on
the directions that lead design down the paths of art, self-production and high craftsmanship.
The talk will be held in English.

13_garabaha_black-portrait-SaraBologna_phAndread'Aversa.jpg

Moderatrice

Sara Bologna
Designer and design curator based in Milan

She conceives projects on different scales, from object to installation, venturing into the liminal zones of the design practice, testing and questioning its boundaries.
Her research focuses on the anthropological and intangible aspects of material culture, and develops in parallel on a theoretical and practical level. Her imagery is permeated with rituals, symbols, graffiti from the creases of pre-history, fragments of poems and grimoires. All these inspirations are deconstructed and reconstructed based on iconographic, semantic and historical insight. With her work, she addresses the urge to recover a profoundly human dimension of life, through the rediscovery of its ritual dimensions and the valorization of artisanal production. She curates design-related projects with attention to the cross-contamination of the discipline with craftsmanship and contemporary arts.
She is teaching assistant in the Metaproject course at the School of Design, Politecnico di Milano. She is part of the first generation of designers of co/rizom - incubator of crafts, with a project dedicated to the ceramic and iconographic tradition of Grottaglie.

Chris Fusaro
Artist and industrial designer

Chris Fusaro is an Italian-Canadian artist and industrial designer specializing in furniture and product design. He works with a variety of materials and processes, demonstrating an appreciation for both mass production and craftsmanship. Fusaro's designs emphasize a distinct focus on the formal elements of their construction, highlighting their structure, materiality, and fabrication.
He obtained a BA in sculpture from Concordia University and holds a technical degree in industrial design. Prior to establishing his own studio in 2019, Fusaro gained experience working with artists such as Michel de Broin, Jon Rafman, and design pioneer Gaetano Pesce.

Ilaria Bianchi
Product and a furniture designer, journalist, and professor based in Milan

Ilaria Bianchi is a product and a furniture designer, journalist, and professor based in Milan. She works for design studios, galleries, companies, and private clients. She started her own practice in 2015 after earning her degree in Industrial Design at the Polytechnic of Turin and an MA in Ceramic, Furniture, and Jewellery Design at Central Saint Martins in London.
Her work, which uses a multidisciplinary approach, ranges from industrial design to unique pieces, to installations. It molds artisanal and technical techniques, studying design solutions with an analytical and critical perspective as well as a strong focus on sustainability. Material experimentation is central in her research process – the action and manipulation of reality are crucial elements in her project language.

Chris Fusaro's Studio — Photo © Alex Lesage 2.jpg
ilabianchi_portrait_2023_ph_caterina_valletta.jpg

Via Farini - The Endless Residency: Un Osservatorio sulla Mobilità Artistica

svg.png

Talk
Oct. 14th
15:00-16:00

Endless Residency è un osservatorio e una piattaforma di scambio tra artisti* e operatori dell'arte. Nasce per stimolare il dibattito culturale sulla mobilità artistica e promuovere la conoscenza delle migliori pratiche italiane e internazionali.
Endless Residency nasce per raccogliere e presentare esperienze diverse invitando al confronto artisti* e tutte le figure coinvolte nei processi di dislocazione e ricollocazione della pratica artistica. Attraverso la condivisione e la ricognizione, si avvia una riflessione partecipata sugli aspetti chiave della residenzialità, sulle sue forme e sulle sue contraddizioni, anche alla luce dell'impatto del cambiamento in atto sulla mobilità artistica.

angelucci foto.jpg

Relatrice

Caterina Angelucci
Curatrice Independente

Laureata in Archeologia e Storia dell’arte presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Dal 2018 si occupa per ArtsLife di contenuti e approfondimenti per la sezione Arte. Dal 2021 cura e organizza la residenza per artisti Lido La Fortuna (Associazione Lido Contemporaneo, Fano, PU) e fa parte del gruppo di ricerca di Endless Residency. Tra le collaborazioni in qualità di contributor Lampoon Magazine e L’Essenziale Studio. Nel 2023 è selezionata da Artribune per la sezione Osservatorio Curatori (N.27, maggio- giugno, anno XIII)

Giulio Verago
Curatore

Curatore con un’attenzione specifica alla mobilità culturale e all’evoluzione della scena artistica indipendente italiana. Laurea in Filosofia e studi di dottorato presso il Politecnico di Milano. Dal 2008 collabora con Viafarini e dal 2012 è curatore della residenza VIR Viafarini-in-residence. Tra le collaborazioni: Fondazione Sandretto Re Rebaudengo; Winzavod, Mosca; IIC Santiago del Cile, Mosca, Abu Dhabi; A.I.R. Gallery, NYC; Rupert, Vilnius; Goethe Institut; Kooshk, Teheran; HIAP, Helsinki; Fondazione Bevilacqua La Masa; Forum dell’Arte Contemporanea; Museo MAXXI, Roma; Fondazione Fitzcarraldo. Ha tenuto lezioni presso: Università Cattolica; Università Bocconi; Accademia di Brera; NABA; IED; FIT University NYC. È stato Presidente di Giuria del Premio nazionale Movin’Up e membro di giuria del KARA Art Prize, Teheran.

VERAGO-min.JPG

Relatore

Ecosistemi Artistici Indipendenti in Italia: spazioSERRA in dialogo con Martina, Spazienne e Balloon project

svg.png

Talk
Oct. 14th
17:00-18:00

spazioSERRA presenta un talk per approfondire il sistema dell'arte indipendente in Italia: Silvia Biondo e Massimiliano Fantò, membri del collettivo spazioSERRA che gestisce l’omonimo spazio milanese, dialogheranno con Joykix, artista e attivista della scena underground degli anni Ottanta e Novanta, Stefano Comensoli e Nicolò Colciago del progetto artistico Spazienne e Giuseppe Mendolia Calella del progetto editoriale e curatoriale Balloon project. Partendo dall’esperienza di spazioSERRA e da quella di alcune delle realtà con cui ha collaborato, verranno esplorate le sfide, le opportunità e le influenze che caratterizzano la creatività indipendente in Italia, oltre i confini dell'istituzione tradizionale.

spazioSERRA

spazioSERRA è un progetto di arte pubblica guidato da un collettivo curatoriale, nato a Milano nel 2017 per valorizzare il territorio attraverso il lavoro di artist* contemporane*, a partire dalla stazione di Milano Lancetti, una realtà che si distacca dai luoghi canonicamente dedicati all’arte dov’è collocato l’omonimo spazio. spazioSERRA ospita ogni anno una stagione espositiva con progetti site-specific di artist* italian* e internazional*, e conduce diverse iniziative con istituzioni e collettivi in Italia e all’estero. spazioSERRA è composto da: Tracy Bassil, Silvia Biondo, Giulia Maffioli Brigatti, Virginia Dal Magro, Massimiliano Fantò, Camilla Gurgone, Cristiano Rizzo, Victoria Tincati, Valentina Toccaceli.

https://www.spazioserra.org/it

@spazioserra

silvia biondo.JPG

Silvia Biondo
SpazioSERRA, pubbliche relazioni.

Laureata in Scienze dei Beni culturali, con un master in Project Management, ricopre il ruolo di Event Manager in un acceleratore di startup. A spazioSERRA si occupa delle pubbliche relazioni.

Massimiliano Fantò
SpazioSERRA, pubbliche relazioni.

Phd Student all’Universita Milano Bicocca. È antropologo e geografo culturale, la sua ricerca si pone all’intersezione tra gli Human Animal Studies e i Science and Technology Studies. La sua area di ricerca è l’Italia e la Tunisia.

massimiliano fantò.JPG
martina rota_danzarea.jpg

Martina Rota
Cofounder e curatrice di EXPANDING MOVEMENT workshop

Martina Rota è un artista attiva nel campo delle arti visive e performative. Attualmente è Cofounder e curatrice di EXPANDING MOVEMENT workshop di movimento e arte aperti alle comunità e di MASSIMO spazio indipendente d’arte contemporanea, nato nel 2019 insieme a Giulia Parolin e Stefano Galeotti, con sede a Milano in via degli Scipioni 7. La sua ricerca artistica indaga-attraverso una forte interdisciplinarietà- le urgenze, i desideri e i traumi del corpo in una dimensione collettiva e personale. 

Balloon project è un progetto culturale nato nel 2012 in Sicilia, più precisamente a Catania. Possiamo dividere le attività di Balloon in due parti: da un lato l’attività editoriale, che si sviluppa attraverso una piattaforma web in cui quotidianamente vengono pubblicati articoli di approfondimento sulla cultura visiva con un focus sulle arti contemporanee e il design; dall’altro l’attività curatoriale che li vede coinvolti in prima linea nella pianificazione di operazioni di comunicazione e social media, eventi e mostre d’arte contemporanea e design, ma anche workshop e formazione nell’ambito della cultura e della valorizzazione del patrimonio e del disegno industriale.

Balloon project

Giuseppe Mendolia Calella
Balloon project

Progettista e studioso del contemporaneo, analizza da diversi anni il legame tra Arte e Design. Nel 2012 ha co-fondato il progetto di ricerca e divulgazione sulla cultura visiva contemporanea balloon project. È docente di discipline artistiche nella scuola secondaria di secondo grado. Si occupa di comunicazione per la cultura e il design; ha collaborato con aziende e realtà italiane attive nell’ambito delle arti visive contemporanee e della cultura del progetto.

Mendolia Calella_ritratto.jpg
Stefano Comensoli, Nicolò Colciago.jpg

Stefano Comensoli e Nicolò Colciago

Spazienne è un progetto artistico di Stefano Comensoli, Nicolò Colciago, Federica Clerici, Alberto Bettinetti e Giulia Fumagalli inaugurato nel maggio 2014. Spazienne si fonda su principi di attivazione e autoproduzione, proponendo un lavoro che sviluppi nell’ambito del pensiero artistico la ricerca di possibilità altre. Tematiche di ricerca e metodologie condivise determinano una modalità di lavoro che affianca alla pratica individuale collaborazioni e lavori collettivi. Il confronto teorico e pratico confluisce in una procedura di lavoro che viene a comprendere l’aspetto installativo, nonché la comunicazione grafica ed editoriale e talvolta l’aspetto autocuratoriale.

Spazienne

Arte Queer. Corpi, segni, storie

svg.png

Talk
Oct. 14th
19:00-20:00

Presentazione del libro “Arte Queer. Corpi, segni, storie” edito da Rizzoli Editore. La prima pubblicazione in lingua italiana, di questo formato e tipologia, dedicata all’analisi delle terminologie afferenti alla comunità LGBTQIA+ e alla presentazione di 50 creativi contemporanei internazionali che fanno della tematica del gender uno dei cardini della propria poetica. Un “manuale” sui generis pensato per accompagnarvi nei principali musei mondiali grazie alle schede create per ogni singolo artista inserito.

Elisabetta Roncati